stato di famiglia autocertificazione

Stato di famiglia: quando è possibile l’autocertificazione

Lo stato di famiglia è un documento ufficiale che può essere richiesto direttamente al proprio comune di residenza, recandosi presso l’ufficio anagrafe semplicemente muniti di un documento di identità. Alcuni uffici anagrafe prevedono la possibilità di prendere un appuntamento, così da evitare lunghe attese. Altri invece non prendono appuntamenti e non potrete far altro quindi che recarvi in ufficio il prima possibile per sperare di essere tra le prime persone in coda.

Dove si richiede lo stato di famiglia

Il certificato di stato di famiglia è un documento ufficiale che può essere richiesto anche online, sul sito del proprio comune, accedendo all’apposita sezione dedicata ai servizi ai cittadini. Sono anche presenti sul web dei portali che si occupano proprio di reperire documentazioni di questo genere a vostro nome. Si tratta, è vero, di portali a pagamento, ma possiamo assicurarvi che il prezzo per un servizio di questa tipologia è davvero molto basso e vale la pena sfruttarlo se non avete tempo a vostra disposizione da poter dedicare al reperimento autonomo di questa documentazione. Maggiori informazioni.

L’autocertificazione

Non sempre però è necessario un documento ufficiale rilasciato dal comune. Come di sicuro saprete lo stato italiano sta cercando di semplificare molti iter burocratici e per farlo ha introdotto le autocertificazioni. Si offre cioè la possibilità di rilasciare una dichiarazione in modo del tutto autonomo, consapevoli ovviamente delle sanzioni e delle penali in cui è possibile incorrere in caso di falsa dichiarazione.

Anche per molti iter burocratici per i quali sia necessario mostrare il proprio stato di famiglia, è possibile quindi che vi venga chiesta solo ed esclusivamente un’autocertificazione. Sono ormai anzi sempre più numerosi i casi in cui viene richiesta appunto solo un’autocertificazione.

Quando si può presentare un’autocertificazione?

Cerchiamo di fare qualche esempio. L’autocertificazione dello stato di famiglia può essere richiesto per poter ottenere gli assegni familiari, per compilare il modello ISEE, per la richiesta di un mutuo o di un’altra tipologia di finanziamento bancario, per poter accedere a benefici economici speciali. Ci sono anche casi in cui per poter essere assunti, è necessario produrre questa autocertificazione. Questi come potete bene immaginare sono solo alcuni esempi, tra quelli più diffusi, ma di certo non gli unici perché questa autocertificazione, credeteci, vi troverete più e più volte a doverla redigere durante il corso della vostra vita.

Come compilare un’autocertificazione di stato di famiglia

L’autocertificazione dello stato di famiglia non può essere effettuata su carta bianca, ma è necessario compilare l’apposito modulo che potete scaricare direttamente online sul sito del comune o che vi verrà consegnato dal richiedente questa autocertificazione. Nell’autocertificazione dovrete inserire il vostro nome, cognome, data di nascita e luogo di nascita. Dovrete altresì inserire anche le stesse informazioni relative a tutte quelle persone che hanno la vostra stessa residenza e che hanno con voi dei rapporti di parentela oppure dei rapporti affettivi. Sarà ovviamente necessario anche specificare la natura di questo rapporto.

Riuscirete così ad offrire tutte le informazioni necessarie sulla vostra famiglia anagrafica in modo semplice e veloce, senza necessariamente dover andare per uffici, senza code e lunghe attese. Non solo, non dovrete neanche pagare l’imposta di bollo necessaria invece per i documenti ufficiali o far autenticare la firma. Ovviamente però al momento di consegnare l’autocertificazione, dovrete provvedere ad allegare anche una copia di un vostro documento di identità in corso di validità e ricordarvi che riportare informazioni false su un’autocertificazione è un reato.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *