certificato di cittadinanza anagrafe

Diventare cittadino italiano: il certificato di cittadinanza

Tutti sanno che cosa significhi essere in possesso della cittadinanza italiana, ma non tutti sono a conoscenza di quali siano i casi in cui si ha diritto alla cittadinanza per nascita o per acquisizione. Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza sulla questione e andiamo alla scoperta inoltre del certificato di cittadinanza che attesta appunto la condizione di cittadino italiano di un individuo.

La cittadinanza italiana per nascita o per acquisizione

Sono cittadini italiani per nascita coloro che hanno il padre oppure la madre con cittadinanza italiana, coloro che, apolidi o con genitori di cui non si conosce l’identità, sono nati nel territorio italiano o sono stati trovati sul territorio italiano senza che si conosca l’eventuale possesso di una diversa cittadinanza.

La cittadinanza italiana non la si possiede però necessariamente solo per diritto di nascita; anche i minori che siano stati adottati da un cittadino italiano infatti ne vengono in possesso così come coloro che decidono di sposare un cittadino italiano, dopo aver risieduto in modo legale per 6 mesi sul territorio della repubblica e dopo 3 anni dal matrimonio stesso. Nel caso di un coniuge, sarà necessario presentare domanda di cittadinanza direttamente alla prefettura oppure al consolato. Viene così notificato un decreto di concessione, che ha effetto però solo dopo che il richiedente effettui entro 6 mesi il giuramento di fedeltà alla Repubblica, alla costituzione e alle leggi italiane.

Certificato di cittadinanza: di cosa si tratta

Coloro che sono in possesso della cittadinanza italiana possono richiedere il certificato di cittadinanza, un documento rilasciato direttamente dall’Ufficio Anagrafe dove si attesta questa condizione. Vi ricordiamo però che non per tutti gli iter burocratici è oggi necessario presentare un certificato. In molti casi è sufficiente infatti presentare un’autocertificazione, novità questa introdotta nel corso degli ultimi anni per garantire una burocrazia molto più snella e molto più veloce.

Come e dove richiedere un certificato di cittadinanza

Il certificato di cittadinanza può essere richiesto dal diretto interessato, ma anche da una seconda persona purché in possesso di tutti i dati anagrafici necessari e di un documento di identità in corso di validità. La richiesta può essere effettuata in qualsiasi momento direttamente presso l’ufficio anagrafe del Comune e il certificato viene rilasciato immediatamente. Si tratta di un certificato in bollo, tranne che in alcuni casi in cui è prevista l’esenzione dal pagamento di ogni genere di tributo, come, ad esempio, i certificati che sono necessari per l’INPS oppure per l’INAIL.

Vi ricordiamo che oggi è anche possibile richiederlo dalla pagina dedicata al certificato di cittadinanza del sito Evisura.it. In questo modo si ha la possibilità di evitare di andare per uffici e di perdere tempo prezioso; la pratica viene espletata completamente da computer, smartphone o tablet e il certificato viene recapitato presso la propria area riservata in due settimane, oppure in 7 giorni richiedendo la consegna express.

Su Evisura.it sono altresì disponibili il certificato di stato di famiglia, il certificato di residenza, il certificato contestualetutti gli altri certificati e documenti rilasciati dall’ufficio Anagrafe.

Validità del certificato di cittadinanza

Il certificato di cittadinanza ha una validità di 6 mesi. Se, trascorso questo tempo, le informazioni presenti sul certificato non hanno subito alcun tipo di variazione, è possibile effettuare in calce e in modo autonomo un’apposita dichiarazione e il certificato dovrà ancora essere ritenuto valido.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *