Certificato di battesimo

Il certificato di battesimo per sposarsi con rito religioso

Per poter ricevere alcuni sacramenti, come ad esempio la cresima oppure contrarre il matrimonio con rito religioso, assieme agli altri documenti necessari anche al rito civile come ad esempio il certificato di residenza o il certificato contestuale, è necessario attestare con un apposito certificato che è stato ricevuto in passato anche il primo sacramento, quello cioè del battesimo. Affinché questo sia possibile è necessario quindi richiedere il certificato di battesimo. Di cosa si tratta? Quali dati riporta? E, soprattutto, dove richiederlo?

Certificato di battesimo: di cosa si tratta e quali dati riporta

Come sopra detto, il certificato di battesimo è un documento con validità legale che attesta che il sacramento del battesimo è stato ricevuto dal soggetto richiedente. Ovviamente sul certificato viene specificata la data del battesimo e il luogo in cui è stato fatto, nonché i dati anagrafici del richiedente, nome e cognome quindi e luogo e data di nascita.

Il certificato di battesimo va richiesto al parroco

Richiedere il certificato di battesimo è davvero molto semplice. Non dovrete infatti far altro che recarvi direttamente presso la chiesa dove è stato impartito il sacramento e richiederlo al parroco. Sarà proprio lui infatti, una volta consultati gli archivi, a preparare il certificato consegnandolo poi a mano o, in caso di necessità, inviandolo via fax.

Richiedere online il certificato di battesimo

Non è sempre possibile però recarsi di persona nella chiesa dove si è ricevuto il sacramento del battesimo. Pensiamo, ad esempio, a coloro che ormai da anni vivono in un’altra città, magari persino in un’altra regione o, perché no, all’estero, oppure anche semplicemente a coloro che non hanno tempo o possibilità di raggiungere la parrocchia. In questi casi risultano molto utili i portali online che reperiscono documenti conto terzi, compreso il certificato di battesimo, come ad esempio Evisura.it che fornisce il certificato  di battesimo in pochi semplici click direttamente dal computer di casa, tablet o smartphone.

Certificato o autocertificazione

In alcuni casi è possibile che, anziché un certificato a tutti gli effetti, vi venga richiesta in realtà semplicemente un autocertificazione di avvenuto battesimo da compilare su un apposito modulo oppure direttamente su carta bianca a seconda delle situazioni, ma ricordate di dichiarare sempre il vero; fornire dichiarazioni false costituisce un reato.

…e se non si è stati battezzati?

In tutte quelle situazioni in cui il battesimo non sia stato mai ricevuto e in cui quindi non vi sia un certificato ad attestare questo sacramento, sarà ovviamente necessario chiedere al proprio parroco di essere battezzati.
Durante la prima messa disponibile il vostro battesimo potrebbe essere celebrato e voi in seguito potrete ottenere il certificato di cui avete bisogno.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *