Certificato carichi pendenti attesta l'esistenza o meno di procedimenti legali in corso

Certificato carichi pendenti, come e dove richiederlo

Come si fa a conoscere la fedina penale di una persona o a certificare che la propria è completamente pulita?

In molti casi, quando ad esempio proviamo ad aderire ad una gara di appalto ma anche se vogliamo iniziare una pratica di adozione, o se viene richiesta da altri che vogliono conoscere la nostra situazione, dobbiamo presentare un particolare documento che si chiama certificato carichi pendenti, generalmente accompagnato da un altro denominato certificato del casellario giudiziale. Si tratta di due certificati personali, che vengono rilasciati dal tribunale.

Certificato carichi pendenti e certificato del casellario giudiziale

I due certificati servono per dimostrare essenzialmente la stessa cosa, ovvero la presenza o meno di procedimenti giuridici a nostro carico. La differenza è che il primo, il certificato carichi pendenti, attesta l’assenza di procedimenti in corso, quindi il fatto che attualmente non stiamo subendo un processo, mentre il secondo è relativo alle condanne: se siamo stati condannati in passato il certificato riporterà anche il perché. Se non abbiamo condanne, questo sarà scritto.

Questi certificati sono sempre personali, perché possiamo richiederli solo noi, oppure può richiederli un soggetto terzo ma solamente sulla base della nostra delega: infatti non è possibile, per qualsiasi altra persona, certificare la nostra situazione; solo la pubblica amministrazione può farlo.

Dove si richiede il certificato dei carichi pendenti?

I certificati del tribunale vengono emessi alla Procura della Repubblica nella nostra zona di residenza (nella zona in cui siamo residenti da almeno sei mesi, indipendentemente dall’ubicazione del tribunale in cui si tiene il processo o in cui è stata emessa la sentenza), ma possono essere anche richiesti on-line dal richiedente che dimostri tramite un documento la propria identità. Anche on-line è comunque possibile delegare una terza persona alla richiesta tramite un apposito modulo firmato dal soggetto di cui si richiede il certificato.

La richiesta può essere inoltrata anche attraverso numerosi portali on-line di aziende autorizzate. Una volta compilata la richiesta e allegando copia del documento ed eventuale delega, il certificato carichi pendenti verrà poi inviato per posta ordinaria, perché stampato su una carta filigranata senza la quale il certificato stesso non ha valore.

Naturalmente, questo influisce molto sul tempo necessario per avere a disposizione il nostro certificato carichi pendenti: non è possibile averlo immediatamente, come accade per l’interrogazione dei database online, ma deve sempre passare qualche giorno rispetto a quando formuliamo la richiesta perché la procura deve, chiaramente, preparare il nostro certificato. Il servizio, inoltre, non è gratuito ma dobbiamo pagare delle tasse per la richiesta di questo documento.

Quando richiesto, il certificato ha anche una data di emissione e nella richiesta si trova scritto anche quanto tempo massimo può essere passato dall’emissione, un parametro a cui fare attenzione nel momento della richiesta. Se, infatti, la richiesta ci chiede di presentare uno dei due certificati “emessi da meno di un anno”, dobbiamo fare attenzione a non richiederlo troppo presto, per evitare che la sua validità venga meno.

Quando è necessario il certificato carichi pendenti?

Le situazioni in cui può essere richiesto il certificato, per legge, sono nello specifico le seguenti, anche se nessuno vieta che possiamo richiederlo per conto nostro per qualsiasi altro motivo (ad esempio, nel caso in cui un’azienda terza ce lo chieda):

  • Nelle procedure di adozione e di affidamento dei minori;
  • Nelle controversie di lavoro, previdenza od assistenza obbligatoria ai malati;
  • Per una domanda di riparazione nel caso di un errore giudiziario.

Queste le situazioni in cui la legge obbliga a richiedere il certificato; se sapete di doverne affrontare qualcuna, sappiate che delegare la richiesta a personale esperto può farvi risparmiare molto tempo, quindi è una possibilità da prendere in considerazione.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *