Certificato di attribuzione partita Iva e certificato partita iva

Certificato di attribuzione partita iva: cos’è e come si ottiene

 

Il certificato di attribuzione partita iva è un documento che dimostra che a un’impresa o a una persona è stato assegnato il numero di partita iva. È rilasciato dall’Agenzia delle Entrate ed è utile sia in caso di cessazione dell’attività, sia in caso di richieste di prestiti o mutui o in caso di procedure amministrative.

Certificato di attribuzione partita iva e certificato partita iva

La differenza sta nel fatto che il primo è un documento ricevuto con bollo e firma del direttore dell’Agenzia delle Entrate ed è un certificato a tutti gli effetti. Il secondo, invece, è un documento in carta bianca che contiene solo il numero della partita iva attribuito al momento della richiesta.

Richiesta del certificato

Per chiedere il certificato attribuzione partita iva bisogna collegarsi al sito dell’Agenzia delle Entrate e scaricare il modulo apposito che deve essere compilato in ogni sua parte, allegando una copia della carta d’identità. Questi documenti vanno poi inviati compilati all’Agenzia delle Entrate, via posta o telematicamente.

Un’altra strada per ottenere il certificato attribuzione partita iva è tramite la pagina dedicata al certificato di attribuzione partita iva del sito evisura.it.
Compilando la form e indicando il motivo della richiesta, può essere suggerito se il certificato deve essere in bollo o meno.

Cosa contiene il certificato di attribuzione partita iva?

Il certificato attribuzione partita iva contiene informazioni sulla società o sul professionista. Codice fiscale, numero di partita iva, dati anagrafici del titolare, indirizzo, qualificazione e natura giuridica della società (es: impresa di persone o di capitali).

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *