visura del catasto

Il catasto e la visura catastale

Il Catasto nazionale è l’inventario (dal greco κατά στίχον –katá stìkhon- = riga per riga) di tutti i beni immobili – terreni o fabbricati – appartenenti a soggetti privati e pubblici, esistenti sul territorio Italiano.
L’origine effettiva della rappresentazione grafica del territorio è incerta. Certo è che come il significato stesso di tale parola evidenzia, nasce con finalità di censimento per l’applicazione delle tasse ai cittadini. Prima dell’unità d’Italia gli Imperi che assoggettavano le varie regioni operavano metodi di rilevamento e censimento dei terreni e fabbricati ricadenti nel loro territorio, spesso molto diversi, tra i vari stati. Solo con l’unità d’Italia ci fu una grande rielaborazione di tutti i dati catastali ottenuti fino a tale momento.

Ad oggi in Italia esistono due tipi di catasto, quello Nazionale ed quello Tavolare. Quest’ultimo è ristretto alle province di Trento e Bolzano ed alcuni comuni della provincia di Gorizia, e, al contrario di quello nazionale, è probatorio. Il catasto è articolato in due archivi autonomi:

  • Catasto dei terreni

  • Catasto edilizio urbano

Il Catasto ha mantenuto nel tempo la sua finalità di censimento del territorio e di banca dati ai fini fiscali, andando a modificare e migliorare la lettura ed estrapolazione di tutti i dati riportati nei documenti conservati nelle proprie banche dati. Ad oggi i dati contenuti sono utilizzati anche ai fini civilistici, in analisi e studio del territorio e nelle progettazioni edilizie.

Visura catastale

La visura catastale è il documento che permette di individuare i beni intestati ad un soggetto e i relativi valori da utilizzare per la determinazione delle tasse e tributi locali.

La visura catastale riporta i dati anagrafici dei comproprietari relativi ad un dato terreno o fabbricato regolarmente censito. Sono indicati inoltre i dati identificativi del terreno, la tipologia, la classe, il reddito dominicale e reddito agrario mentre per i fabbricati è specificata la categoria di appartenenza, la classe, la consistenza e la superficie catastale.

 

La visura è ottenibile recandosi direttamente presso l’Agenzia delle Entrate ufficio del Territorio oppure in formato digitale, collegandosi via internet ai siti catastali o ai portali delle agenzie accreditate che permettono in tempo reale di ottenere i documenti.

Può essere richiesta mediante:

  • i dati catastali identificativi delle unità terreni o fabbricati (foglio, particella ed eventuale subalterno);
  • indirizzo dell’immobile;
  • nominativo del soggetto proprietario.

La visura catastale per soggetto permette di ottenere l’indicazione, per singole province, di tutti i terreni e fabbricati di cui una data persona detiene proprietà esclusiva o quote di diritto.

Come abbiamo già detto il Catasto è un archivio di consultazione pubblica, di conseguenza possono essere richieste visure anche su terze persone.

Per la consultazione delle planimetrie catastali invece, nel caso non fossimo i proprietari del bene di cui viene richiesta la planimetria, è necessaria la presentazione della delega firmata e del documento del proprietario.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *