certificato carichi pendenti dell'agenzia delle entrate

Certificato carichi pendenti dell’Agenzia delle Entrate per le gare d’appalto

Il certificato dei carichi pendenti dell’Agenzia delle Entrate riporta le informazioni rilevate all’anagrafe tributaria sulla situazione debitoria di un’azienda nei confronti dello Stato.

Si rende necessario per lo più nella cessione o acquisizione di un’azienda o per la partecipazione a gare d’appalto; in caso di cessione/acquisizione, può essere richiesto da entrambe le parti, cedente o cessionario; quest’ultimo può richiedere il certificato dopo aver ottenuto il consenso del cedente.

I cambiamenti delle aziende e gli iter burocratici necessari

Tra i molti cambiamenti che le aziende si trovano a vivere nel corso della loro esistenza, pensiamo ad esempio alla cessione di una parte delle quote aziendali o addirittura dell’azienda stessa, alle fusioni oppure alle scissioni interne, ai conferimenti e simili, tutte trasformazioni che hanno bisogno di appositi iter burocratici per poter essere regolarizzate. Si tratta di procedure che vengono solitamente prese in carico e gestite in modo diretto dal commercialista che si occupa delle finanze dell’azienda e che la aiuta a trasformarsi e a migliorarsi anno dopo anno, ma è anche vero che alcuni documenti possono essere richiesti direttamente dai titolari. Oltre alle più consuete visure camerali, alle visure amministratori, dello statuto e dei patti sociali, o ai bilanci di esercizio, come sopra già riportato, al momento della cessione di un’azienda è utile richiedere un certificato dei carichi pendenti dell’Agenzia delle Entrate.

Certificato carichi pendenti dell’Agenzia delle Entrate: di cosa si tratta

Una volta effettuata la richiesta di questa documentazione presso lo sportello delle sedi provinciali, l’Agenzia delle Entrate provvede a rilasciare la certificazione dei carichi pendenti presenti all’interno del sistema informativo dell’Anagrafe Tributaria, nonché la certificazione di eventuali contestazioni in caso di cessione dell’azienda relative all’anno stesso della scissione e ai due anni precedenti. Da questo documento, oltre ad eventuali atti di contestazione, risultano anche gli avvisi relativi all’irrogazione di sanzioni, a rettifiche, accertamenti, liquidazioni, di conseguenza attraverso questo documento si ha una vera e propria fotografia dell’azienda stessa, della sua situazione, degli eventuali problemi avuti nel corso del tempo.

In assenza dei suddetti eventi, l’Agenzia delle Entrate certificherà che “…non risultano carichi pendenti alla data della richiesta”.

Certificato carichi pendenti dell’Agenzia delle Entrate: modalità di richiesta

La richiesta di questo certificato può essere effettuata direttamente presso gli sportelli dell’Agenzia delle Entrate tramite compilazione dell’apposito modulo. In alternativa Evisura.it permette di ottenere in pochi click il documento direttamente  sul proprio pc, tablet o smartphone senza dover sprecare intere giornate in giro per uffici. Evisura.it opera come un intermediario a cui è necessario rilasciare apposita delega.

Richiedi qui il certificato dei carichi pendenti dell’agenzia delle Entrate.

Trattandosi di un certificato e quindi di un documento ufficiale, Evisura.it recapiterà la scansione del certificato; selezionando l’apposita voce nel form è possibile ricevere anche il documento in originale presso il domicilio indicato.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *